Tre Prosecchi, una sola azienda: La Tordera

 La Tordera apre le danze

Ieri sera serata di degustazione di vino e cibo davvero ben riuscita per il team di Wineditors. Il menù composto dai nostri editori e coordinato dallo chef Enrico Perin ha generato comunicazione e dialogo portandoci ad affrontare in modo disinvolto questioni di alimentazione e vino.
Partners della serata sono stati Retica, società ospitante dell’evento di fine corso del progetto “Wine Marketing 2013” e La Tordera, azienda agricola di Valdobbiadene.

Abbiamo avuto modo di mettere in degustazione per la fase di aperitivo in sequenza il Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore  extra-dry “Serrai”, il “Tittoni” Millesimato e il Prosecco Naturale brut “Otreval”.

Per un inizio serata conviviale di chi lascia lo stress fuori dall’uscio ecco che “Il Serrai” extra dry si rivela una scelta felice, un vero e proprio generatore di sorrisi. Un vino decisamente fruttato e dalle tonalità leggere giusto per sciogliersi un po’ e staccare definitivamente dagli impegni della giornata.
Segue in successione “Il Tittoni”, uno spumante brillante e dai toni tendenzialmente più amari che influenza il nostro appetito preparandoci perfettamente alla prima pietanza da degustare.
Il passaggio dalla fase di aperitivo a quello della cena vera e propria è stato segnato dal primo abbinamento, una semplicissima chip di frico friabile che trovava continuità e base sapida nell’incontro con il brut di casa Tordera chiamato “Otreval”. Un Prosecco Naturale questo che non cede al compromesso dell’equilibrio lasciandosi apprezzare per acidità e sapidità che danno sicuramente l’idea di un interessante evoluzione futura.

Una piacevole carrellata di sensazioni ha fatto da precursore della serata, un inizio vivace e allegro poco dedito al silenzio: ecco il sunto della nostra esperienza di aperitivo 100% Valdobbiadene.

Edited by Enrico Giacomin

Lasciaci un tuo commento

commenti

Recommended Posts

Rispondi