Perchè non avrei dovuto perdere il WBIS 2014

Ho appena mancato un appuntamento che probabilmente come wineditor mi sarebbe servito, e parecchio.
A dire il vero, l’ho saputo per caso. “Immagino che tu stia monitorando Twitter per l’evento di Monaco!”. Questa è la frase detta dal mio ragazzo da un capo all’altro del corridoio di casa. “Immagini male caro mio. DI CHE EVENTO PARLI?! Dimmi TUTTO quello che sai!”. Poi mi lamento se mi si dice che sono autoritaria, ma vabbè.

Scopro dunque che a Monaco tra il 18 e il 19 Gennaio ha luogo il meeting WBIS, ossia il Wine Business Innovation Summit.
La prima edizione si è svolta l’anno scorso in Belgio e sembra molto interessante.
L’idea dell’evento è quella di creare innovazione nel campo dell’industria del vino. Si parlerà di come nuovi approcci di comunicazione e marketing possano far ottenere visibilità e naturalmente aumentare le vendite del prodotto. Il summit si svolge in due giorni, durante i quali sono previsti 12 seminari di approfondimento, e naturalmente una parte dedicata alla degustazione di vini, quali Bordeaux e Bordeaux Superiore. Una parte del wine tasting è riservata ai vini del paese ospitante, in questo caso dunque i vini della Germania (una bella scheda di approfondimento dei vini della Germania la trovate qui).

#WBIS – Wine Business Innovation Summit 2013, Brussels from Marc Roisin on Vimeo.

L’edizione del 2013 ha avuto molto successo, quella di quest’anno risulta sold out. Guardo i tweet che possono darmi la temperatura dell’evento, seguendo l’hashtag #wbis. I partecipanti sono molto attivi e mi danno modo di intuire cosa mi sto perdendo. Si parla di strategie di vendita per le piccole aziende, di tendenze sul marketing del vino, di come i blogger possano essere una figura fondamentale per creare un nuovo tipo di comunicazione che porta alle vendite.
Il programma di questo meeting mi chiarisce ancora di più le idee, mi sembrano argomenti validi sviluppati da professionisti del settore. Gli interventi si sviluppano intorno a temi quali il crowdfunding come nuova opportunità di finanziamento, il ruolo del blogger nell’industria vinicola, le innovazioni del packaging, le potenzialità di un video per creare un brand.

Mi sto davvero mangiando le mani. Oltretutto, dando uno sguardo alla composizione del team, mi rendo conto che gli organizzatori rappresentano loro stessi un trait d’union tra industria del vino e nuovi modelli di comunicazione. Faye Cardwell ha una forte esperienza nella promozione internazionale del vino italiano e nella gestione di eventi, Jens De Maere gestisce diverse attività di commercio e promozione dei vini di produzione belga, tra cui belgianwines.com. Marc Rosin è il fondatore di Vinogusto.com, una rivista online che aiuta a trovare il vino perfetto per ogni abbinamento.

Ora che so tutto questo, ho un anno di tempo per non farmi cogliere impreparata e riuscire a partecipare ad un evento che risulta elettrizzante anche dal divano di casa.

Per conoscere i dettagli, ecco il link della manifestazione.

Lasciaci un tuo commento

commenti

Recommended Posts
Showing 2 comments
  • Faye Cardwell
    Rispondi

    Buongiorno Fabiola, grazie per il post! Sono felice di sapere che saresti venuta volentieri. Siamo molto orgogliosi di com’è andata questa seconda edizione. Il mix vincente di questo evento e’ la varietà di persone (vengono da tutta Europa), la qualità dei presentatori e soprattutto la volontà di tutti di crescere e fare qualcosa di diverso nel mondo del vino. I partecipanti si portano a casa nuove idee e contatti interessanti per concretizzare i loro progetti. In questi giorni di recupero dalla “maratona”, stiamo raccogliendo i feedback e i suggerimenti, così da mettere in ordine le idee e cominciare a pensare già alla prossima edizione! Nelle prossime settimane infatti pubblicheremo data e luogo per il 2015.

    • Fabiola
      Rispondi

      Buonasera Faye! Sono felice di sapere che l’evento sia andato molto bene, le premesse c’erano tutte 🙂 L’anno prossimo non mancheremo di partecipare, magari sarà un’edizione italiana.. Nel frattempo complimenti a tutto lo staff!

Rispondi