In aumento l’export del Prosecco

In forte aumento l’export verso la Cina del Prosecco Conegliano Valdobbiadene

Aumento del 79 % dell’export su base biennale.

Fatturato in crescita, ottima la produzione e andamento positivo dell’export. Questi i risultati emersi dall’indagine congiunturale svolta sul mercato del Prosecco Conegliano Valdobbiadene DOCG.

Nel 2012 le aziende esportatrici presenti nell’area Cina e Hong Kong erano circa 34. Rispetto al 2010, le aziende della Docg hanno incrementato il presidio del mercato grazie ad una massiccia entrata che ha segnato il +78,9% su base biennale, segnando la quota di mercato a 1,2 milioni di euro.

Questi dati rappresentano l’Oriente come uno dei mercati più promettenti per lo sviluppo dell’export del Prosecco.

Molta attenzione però viene fatta per tutte le imitazioni a cui si battono da diverso tempo i consorzi di tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, Prosecco Doc e Asolo Docg.

Mentre in Germania è stato bloccato  l’uso del termine “secco” in quanto imitazione delle DO Prosecco e quindi vietate tutte le etichette che riportano storpiature della parola Prosecco, in Oriente il mercato non è ancora regolato da ristrettezze in grado di tutelare il prodotto originale, per questo il Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore ha organizzato 20 giorni di seminari, degustazioni e meeting in diverse località, da Pechino a Hong Kong, passando per Chengdu, Ningbo e Xiamen. L’esito di questi incontri parla di un mercato in grado di avere ancora tanto da dire ma su cui c’è ancora da investire, soprattutto in termini di marketing e informazione.

Lasciaci un tuo commento

commenti

Recommended Posts

Rispondi