The Miracle Machine trasforma l’acqua in vino? Il primato resta a Mr. Jesus Christ

“E’ tutta una bufala, ma a fin di bene”wine to water logo

Nelle ultime settimane girava nel web un gadget davvero impressionante dal nome leggermente pretenzioso.

The Miracle Machine per l’appunto si presentava come la svolta del secolo promettendo di riuscire a tramutare l’acqua in vino.

Pazzesco vero?
E invece vi assicuro che a crederci sono stati davvero in tanti trattando l’argomento anche in modo serio e convinto. Ahimè, è  tutto un bel fake, di matrice prettamente americana e nato come forma di guerrilla marketing promotrice di una nobil causa.

Un progetto ben organizzato per il quale nessuna testata giornalistica è riuscita ad individuare finzioni; c’era l’oggetto, c’era l’azienda e c’era pure il prezzo, che si aggirava attorno ai 500 dollari.
Resta comunque il fatto che la fantomatica azienda Wine to Water è in realtà un’associazione no profit fondata da tale Don Hendley nel North Carolina e nel loro sito è svelata la loro vera mission.
Questo ingegnoso ex barman ha ideato, con la ovvia complicità di un finto produttore del macchinario (Customwine), una campagna che potesse dar luce alla sua vendita di beneficenza.

Trattasi di 8 vini venduti con la promessa che ogni singola bottiglia salverà una vita grazie a i fondi raccolti, i quali verranno direttamente reindirizzati allo scopo di poter portare acqua potabile a chi ancora non ce l’ha.

“Non posso che apprezzare questa campagna, sia per lo scopo che per la modalità con cui è stata divulgata e sorrido pensando a chi ha speso tempo e parole vittima di questo divertente imbroglietto.”

Edited by Enrico Giacomin

Lasciaci un tuo commento

commenti

Recommended Posts

Rispondi