Come fare turismo enogastronomico a Vicenza…

Ho già avuto il piacere di essere presente ad uno degli eventi dell’Azienda Vinicola Dal Maso, in occasione della presentazione in anteprima del loro Vin Santo, quindi per me ogni loro invito è diventato immancabile.

DalMaso-vicenza-wineditorsQuello che mi ha stupita questa volta è stata l’atmosfera che ho subito percepito, di familiarità e di semplicità ma allo stesso tempo di curiosità e attenzione… È bastato un solo primo incontro per avere ora quel feeling che sta a metà tra il sentirsi a casa e l’avere un grande rispetto per i proprietari e per il loro lavoro. La serata era creata ad hoc per portare gli ospiti a fare un gustoso giro turistico attraverso Vicenza e ad accompagnarci c’erano Nicola, Silvia e Anna (la quinta generazione dei Dal Maso) e la collaboratrice Patrizia, lo Chef Francesco (maestro d’arte culinaria presso La Marescialla) e la guida Daniela (tra le ideatrici di GiraVicenza), tutti pronti, preparati e disponibili… Difficile desiderare di più!

Io onestamente giocavo in casa, sono vicentina, quindi per me è stato particolarmente emozionante

Degustazione Gambellara e Tai Rosso

Degustazione Garganega e Tai Rosso

questo percorso alla scoperta della mia origine, percorso che aveva come base l’Azienda Dal Maso, partendo quindi dalla loro antica storia tramite una visita guidata della cantina, passando per una degustazione di eccellenze enologiche del territorio.

Assolutamente degno di nota l’assaggio dei vini di loro produzione perché era volto ad esaltare due terreni collinari molto prolifici del vicentino che danno il massimo di sé con dei vitigni autoctoni.
La zona di Gambellara Doc, dove si coltiva la Garganega, è di origine vulcanica e dona ai vini una profumazione intensa e una bella freschezza giustapposta alla sapidità tipica di questo tipo di territorio. Esempi della serata sono stati: Primis Brut Spumante e Ca’ Fischele Gambellara DOC, infine Riva dei Preari Recioto di Gambellara Classico DOCG.

La seconda zona di interesse è stata quella dei Colli Berici, dove l’Azienda ha delle proprietà e dove coltiva uve a bacca rossa perché il terreno di origine marina e ricco di rocce carboniche ben si presta ad esaltare al meglio le proprietà di un vitigno come quello del Tai Rosso. Nella fattispecie i vini degustati erano tre: Tai Rosso Colli Berici DOC giovane e di color rubino brillante, Montemitorio Rosso Veneto IGT di un colore rubino intenso e dal gusto persistente ma equilibrato, per finire con il loro fiore all’occhiello, il Colpizzarda Tai Rosso Colli Berici DOC, frutto delle vigne più antiche e del lavoro accurato di vendemmia quasi tardiva che dona a questo vino un colore, un gusto ed un profumo ampio, intenso ed elegante.

Buffet di specialità vicentine a cura de La Marescialla

Buffet di specialità vicentine a cura de La Marescialla

Conclusa la degustazione di vini è iniziato il percorso enogastronomico con i piatti abbinati ai vini precedentemente assaggiati, formati dai prodotti DE.CO. sapientemente cucinati e presentati dallo Chef Francesco che ha proposto: la trota dell’Alta Valle, il capretto bianco di Gambellara, il formaggio Allevo di Altissimo, la verza in composta di Montorso e orzo e riso di Bagnolo di Lonigo.

 Tutte produzioni di aziende storiche del vicentino che con il loro lavoro promuovono il turismo legato alla buona cucina; concetto illustrato con grande entusiasmo da Daniela, promotrice e guida del progetto GiraVicenza che con professionalità e creatività crea itinerari personalizzati volti alla scoperta di Vicenza e delle sue bellezze, sia culturali che enogastronomiche.

Sicuramente un progetto da tenere d’occhio, ringraziando come sempre l’Azienda Agricola Dal Maso che ha ospitato e promosso l’evento, rendendo tutti gli ospiti parte di una grande famiglia vicentina!

Lasciaci un tuo commento

commenti

Recommended Posts

Rispondi