ViniVeri 2014: ritorna il vino secondo Natura

Ci siamo, sabato 5, domenica 6 e lunedì 7 si riapriranno le porte dell’ Areaexp a Cerea (VR) per  ViniVeri: vini secondo Natura.

Emmanuel Giboulot

Emmanuel Giboulot

Questa undicesima edizione è dedicata a Emmanuel Giboulot, il produttore della Borgogna che rischia 30.000 euro di multa e fino a 6 mesi di carcere  per essersi rifiutato di utilizzare pesticidi nelle proprie vigne. Lo stesso vignaiolo sarà presente alla conferenza che si terrà sabato alle 18,15 con l’economista e sociologa Silvia Pérez-Vitoria, documentarista scrittrice e sostenitrice della civiltà contadina. Il dibattito sarà moderato da altrettanti illustri personaggi: Nicolas Joly , presidente di Renassance des Appellations scrittore divulgatore ma soprattutto produttore biodinamico e il presidente del Consorzio ViniVeri, Giampiero Bea.

Per il giorno 7 invece l’appuntamento sarà con il regista Jonathan Nossiter che presenterà il suo nuovo film Natural Resistance assieme a lui  sarà presente Stefano Bellotti di Cascina degli Ulivi, il quale partecipa come uno dei quattro produttori presenti nel film.

Inoltre, sarà possibile cenare con i vignaioli sabato 5, mentre domenica si potrà partecipare a due degustazioni, una verticale di Couléèe de Serrant del già citato Joly e una di Amarone di Giuseppe Quintarelli.

“Albore” l’opera di Tatiana Virgilio per Viniveri

“Albore” l’opera di Tatiana Virgilio per Viniveri

Saranno presenti 140 vignaioli provenienti da ogni regione d’Italia e da altri paesi europei, tutti uniti da un’unica filosofia: produrre vino senza l’uso della chimica di sintesi in vigna e senza l’uso di addizioni e stabilizzazioni forzate in cantina. In pratica nessuna addizione di sostanze estranee, solo uva e il terroir che l’ ha generata.
Insieme ai produttori del Consorzio Viniveri (Cappellano, Giuseppe Rinaldi, Ezio Cerruti, Ezio Giacomo Trinchero, Eugenio Rosi, Castello di Lispida, Casa Coste Piane, La Castellada, Dario Princic, Zidarich, Vodopivec, Mlečnik, Massa Vecchia, Oasi degli Angeli, Paolo Bea, Salvatore Ferrandes), e a quelli di Renaissance des Appellations, saranno presenti un centinaio di “artigiani del vino” indipendenti italiani ed esteri (Slovenia, Austria, Germania, Francia, Spagna, Portogallo). Oltre ai vini ci sarà spazio anche per produzioni agroalimentari con 14 produttori di eccellenze: dal Parmigiano Reggiano Vacche Rosse all’aceto Balsamico Tradizionale di Modena, dall’olio extravergine d’oliva al legume Roveja e lo zafferano di Cascia fino al cioccolato di Modica, prodotti da forno e formaggi da agricoltura biologica.

L’Areaexp “La Fabbrica”, nel cuore della cittadina di Cerea, è facilmente raggiungibile dalla vicina Verona: la stazione ferroviaria di Cerea, distante appena 300 metri dall’Areaexp, offre numerosi collegamenti ferroviari diretti in entrata e in uscita dalla stazione di Verona Porta Nuova nell’arco della giornata.
Raggiungerla in automobile da Verona è ancora più semplice; è sufficiente immettersi nella strada provinciale 434 “Transpolesana” Verona-Rovigo ed uscire a Cerea; l’area espositiva è dotata di un ampio parcheggio gratuito.

Sul sito ViniVeri sono disponibili ulteriori informazioni, come l’elenco dei partecipanti e la possibilità di prenotare degustazioni ed eventi.

Noi di Wineditors ci saremo e voi?

 

 

Lasciaci un tuo commento

commenti

Recommended Posts

Rispondi