Bordeaux: Pesticidi nell’aria, 23 i bambini ricoverati

 In Wine & News

A farne le spese stavolta ben 23 alunni di Villeneuve in Blaye sur Gironde che si sono visti ricoverare in ospedale a causa di malori quali nausea ed emicrania. Tutto si è risolto con una degenza di qualche ora, ma una volta identificate la cause di questi malori si è aperta un’accesa discussione.

Dopo un’accurata indagine del DRAAF (Istituto dell’alimentazione e dell’agricoltura dell’Aquitania) in coesione con l’agenzia sanitaria regionale, si è giunti alla conclusione che il fattore scatenate di questi malori è stata una diretta esposizione ad una nube di prodotti fungicidi nebulizzati
per il trattamento delle coltivazioni a vite.Pesticidi in vigna
Il dosaggio eccessivamente concentrato del fungicida, oltre che la vicinanza degli “Chateau” alle abitazioni è una “combinazione micidiale” che ha dato pronti i suoi effetti.
Questo caso non è da considerarsi isolato, difatti zone come il Bordeaux dove fazzoletti di vigne si contendono centimetri quadrati con le abitazioni, necessitano di una corretta regolamentazione che riesca a creare
un buon livello di convivenza tra le comunità agricole e i residenti locali.
A Villeneuve già ci si prepara ai procedimenti legali che seguiranno l’accaduto mentre il
CIVB (Consiglio Interprofessionale del Vino di Bordeaux) e il Prefetto d’Aquitania si consultano.

E pensare che tutto questo è successo a solo un mese dalla storica sentenza con cui Chateau La Tour si è visto costretto a risarcire un suo ex dipendente che sette anni fa chiamò in giudizio la storica cantina di Bergerac per aver sofferto di malori quali emicranie e nausea derivanti appunto dalla sua esposizione ai pesticidi usati durante la coltura.

“A mio avviso la chimica è meglio tenerla lontana dalle coltivazioni visto che le alternative ci sono sia con l’utilizzo di pratiche biologiche che con una corretta progettazione dell’impianto di allevamento.”

Edited by Enrico Giacomin

Lasciaci un tuo commento

commenti

Recommended Posts

Rispondi

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Start typing and press Enter to search